Vai al contenuto

I clienti, prima di salire in autobus, devono acquistare idoneo e valido documento di viaggio: biglietti o abbonamenti.
L’Azienda mette a disposizione della clientela una vasta e capillare rete di distribuzione, in grado di soddisfare le richieste durante tutto l’arco del servizio.

Il titolo di viaggio deve essere convalidato, tramite le apposite macchinette timbratrici che si trovano sui bus, direttamente dal viaggiatore al momento della salita sul mezzo in occasione della prima corsa ed all’inizio della stessa.

Il cliente è tenuto a verificare l’avvenuta timbratura sul titolo di viaggio. In caso di mancato funzionamento della macchinetta, il cliente deve apporre manualmente
data ed ora di inizio del viaggio e darne tempestiva e contestuale comunicazione all’autista.
L’abbonamento deve essere conservato per tutta la durata della sua validità e deve essere sempre accompagnato dall’apposita tessera di riconoscimento Aziendale.
I documenti di viaggio non sono cedibili, devono essere conservati integri per tutta la durata del percorso e fino alla fermata di discesa, e devono essere esibiti su richiesta del personale di vigilanza.

 

Come ottenere un abbonamento

Per l’acquisto di qualsiasi tipo di abbonamento personale è necessario essere in possesso della tessera di riconoscimento al costo di euro 6,00 più una foto formato tessera.

Le tessere possono essere:

  • ordinaria: valida per l’acquisto di abbonamenti ordinari urbani e extraurbani combinati con urbano, durata di 5 anni. Extraurbani durata di 3 anni;
  • lavoratori: valida per l’acquisto di abbonamenti urbani speciali per i lavoratori. Per il rilascio di questa tessera è sufficiente autocertificare lo stato di lavoratore dipendente. Vale 5 anni;
  • studenti: valida per l’acquisto di abbonamenti urbani trimestrali e per l’acquisto di abbonamenti extraurbani per gli iscritti ai corsi di studio delle scuole primarie, secondarie e universitarie. Per le scuole elementari e medie, la tessera sarà valida per la durata del corso di studi; negli altri casi vale 3 anni. Per il rilascio della tessera studenti universitari è sufficiente autocertificare questo stato; hanno diritto a questo tipo di abbonamento gli studenti sino a 26 anni di età;
  • pensionati ultrasessantenni (solo per Siena Mobilità e Tiemme Grosseto): rilasciata a coloro che si trovano nello status di ultrasessantenne ed hanno un reddito compreso nei limiti reddituali prestabiliti consultabili direttamente dal sito scaricando il modulo nella sezione Titoli Agevolati Ultrasessantenni o presso le biglietterie e la Carta dei Servizi;
  • regionali: rilasciata in conformità ai parametri di status previsti dalla Legge Regionale 100/98 consultabili direttamente dal sito nella sezione Titoli Agevolati L.R. 100/98 o presso le biglietterie e la Carta dei Servizi;
  • pegaso: rilasciata ai possessori della Tessera Pegaso. Le modalità di acquisizione di tale tessera sono consultabili direttamente dal sito nella sezione Pegaso o presso le biglietterie e la Carta dei Servizi.

 

Come ottenere un duplicato dell’abbonamento

E’ possibile ottenere il rilascio del duplicato di un abbonamento e/o di una tessera previo accertamento dell’avvenuto acquisto direttamente presso le biglietterie aziendali al costo di euro 4,00 cadauno.

 

Modalità di convalida dell’abbonamento

Tutti i documenti di viaggio (ivi compresi gli abbonamenti) devono essere convalidati, tramite le apposite macchinette timbratrici che si trovano sui bus, direttamente dal viaggiatore al momento della salita sul mezzo in occasione della prima corsa ed all’inizio della stessa.

Il cliente è tenuto a verificare l’avvenuta timbratura sul titolo di viaggio ed in caso di mancato funzionamento del sistema di timbratura, il cliente deve apporre manualmente data ed ora di inizio del viaggio e darne tempestiva e contestuale comunicazione all’autista.

I documenti di viaggio non sono cedibili, devono essere conservati integri per tutta la durata del viaggio e fino alla fermata di discesa, e devono essere esibiti su richiesta del personale di vigilanza.

L’abbonamento deve essere conservato per tutta la durata della sua validità e deve essere sempre accompagnato dall’apposita tessera di riconoscimento aziendale.

 

Validità dell’abbonamento

Gli abbonamenti sono tutti personali e validi solo se accompagnati dalla TESSERA DI RICONOSCIMENTO (al costo di € 6,00 più una foto formato tessera), la cui validità è: per le tessere urbane e/o combinate con l’urbano 5 anni; per le tessere studenti delle scuole elementari 5, per le tessere studenti delle scuole medie inferiori 3 anni, per le tessere studenti delle scuole medie superiori e università 5 anni; per le altre categorie extraurbane 3 anni.

 

Mancato utilizzo di abbonamenti

Gli abbonamenti annuali, per valide motivazioni quali perdita del lavoro, cambio di sede di lavoro o sede di residenza, maternità, malattia possono essere rimborsati con le seguenti modalità:

  • decurtazione di una penale dell’8% da calcolarsi sul valore nominale del titolo;
  • detrazione dell’importo di “n” abbonamenti mensili della stessa classe chilometrica e tipologia dell’abbonamento annuale da rimborsare; (“n” corrisponde al numero di mesi intercorrenti dal primo mese di validità dell’abbonamento annuale al mese di riconsegna dello stesso). Le operazioni avvengono per periodi interi.

Non è ammesso il rimborso per abbonamenti scaduti ossia accettare richieste pervenute in tempi successivi al periodo di validità del titolo. La richiesta di rimborso può essere accolta fino a 4 mesi prima della scadenza annuale del titolo.

 

Rimborso del titolo di viaggio

A causa di inadempienze attribuibili alla Società il diritto al rimborso del titolo di viaggio nel caso in cui, nei servizi urbani, la corsa venga effettuata con più di 30 minuti di ritardo, ovvero 60 minuti per i servizi extraurbani (art. 16 D.P.G.R. 9/R – 2005 approvato in attuazione dell’art. 23 comma 1 della L.R. 42/98).

Il rimborso consiste nella restituzione del prezzo del biglietto di viaggio acquistato dal cliente per il percorso oggetto del disservizio. Per ottenere il rimborso occorre inviare apposita richiesta, unitamente a copia del titolo di viaggio acquistato per la tratta interessata, all’indirizzo della sede aziendale che esercisce il servizio.

Per i clienti in possesso di abbonamento l’importo del rimborso è pari al costo del biglietto di corsa semplice equivalente alla tariffa dell’abbonamento stesso .

Per quanto concerne la via conciliativa si indica il Difensore Civico, territorialmente competente, quale figura istituzionale che può dirimere eventuali controversie fra clientela e l’azienda.