Vai al contenuto

Comunicato stampa

Sassoli: “Investiti oltre 50 milioni di euro per il rinnovo della flotta bus dal 2010 ad oggi”

“Il parco mezzi di Tiemme conta complessivamente 750 autobus e percorriamo circa 40 milioni di chilometri all’anno: siamo consapevoli di alcune criticita’ e per questo stiamo lavorando ad un importante rinnovamento della flotta, con lo stanziamento di risorse proprie in autofinanziamento. Il mezzo oggetto della segnalazione, per la sua anzianita’ di servizio, rientra proprio tra i primi che saranno sostituiti nel percorso che stiamo portando avanti. Va ricordato che dal 2010 ad oggi (anno di nascita di Tiemme) abbiamo investito ad oggi 51,6 milioni di euro, di cui 35,6 milioni in autofinanziamento, acquistando complessivamente 367 mezzi, di cui 324 bus tra urbani ed extraurbani. Solo nel corso del 2018 abbiamo acquistato 35 nuovi bus per abbassare l’eta’ media della flotta, specie quella extraurbana che presenta le maggiori criticita’. Come azienda siamo disposti a fare ancora di piu’ e stanziare altre risorse in autofinanziamento ma anche la Regione Toscana deve fare la sua parte. Abbiamo ordinato altri 35 bus extaurbani e previsto l’acquisto complessivo di 102 bus mezzi entro il 2019. Aspettiamo pero’ risposte importanti da parte della Regione Toscana, perche’ noi siamo disposti a fare la nostra parte e stanziare risorse proprie importanti in autofinanziamento. Dalle parole di Dominici emerge un’incompetenza preoccupante perche’, nonostante il suo ruolo, non ha informazioni precise. Riguardo, ad esempio, alle dotazioni di scorte di mezzi preciso che ne abbiamo di ben maggiori, in virtu’ della dislocazione territorial in cui operiamo e della diversa tipologia di mezzi che utilizziamo. Reputiamo, infine, l’ennesima strumentalizzazione la parte relative alla manutenzione dei mezzi della sue dichiarazioni. Proprio grazie al lavoro sinergico che e’ possibile svolgere tra la nostra officina e quelle esterne – di cui ringraziamo tutti gli addetti per il loro prezioso compito – e’ possibile garantire un buon livello di manutenzione”.

3 Novembre 2018
Torna alla lista
CHIUDI
CHIUDI