Vai al contenuto

Ristoro abbonamenti

La campagna di ristoro degli abbonamenti non utilizzati a causa delle misure di contenimento deliberate per l’emergenza Covid-19 2° ONDATA è conclusa (è stata attiva dal 25/01/2021 al 28/2/2021).

 

   VAI ALLE F.A.Q.

 

Chi ha diritto al ristoro

  • Hanno diritto al ristoro i possessori di abbonamento di trasporto pubblico locale [mensile, plurimensile, annuale, Pegaso, L.R. 100/98] acquistato fino al 3/11/2020 che, a causa delle misure di contenimento previste dal DPCM del 3 novembre 2020 e del 3 dicembre 2020, non hanno potuto utilizzare il titolo di viaggio  per un periodo compreso nei mesi di NOVEMBRE e DICEMBRE 2020 (come studenti scuole superiori e universitari con Didattica a Distanza e lavoratori di Aziende/esercizi commerciali chiusi, non è ricompreso lo smart working) .
  • Hanno diritto al ristoro anche i beneficiari del primo ristoro che hanno richiesto il prolungamento valido nei mesi di Novembre e Dicembre 2020.

 

Modalità di ristoro

Gli aventi diritto potranno scegliere tra:

  • Voucher (soluzione consigliata): consiste in un buono pari al valore del mancato utilizzo del titolo di viaggio. Sarà possibile richiedere il voucher anche su un titolo di prolungamento di cui al punto 2 del precedente capoverso. Il voucher potrà essere utilizzato entro 12 mesi dalla data di emissione esclusivamente per acquisti di abbonamenti personali o per biglietti effettuati in un’unica soluzione presso le biglietterie aziendali.
  • Prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello relativo al mancato utilizzo espresso in mensilità intere, 1 o 2, se il periodo di mancato utilizzo è pari all’intero mese o mesi di riferimento. L’opzione prolungamento è fruibile solamente per periodi mensili interi ( esempio: i possessori di proroga con scadenza 13 dicembre potranno richiedere il voucher ma non la proroga). Sarà possibile scegliere la data di inizio prolungamento con decorrenza massima novembre 2021.

 

Presentazione delle richieste

La richiesta deve essere presentata dal titolare dell’abbonamento, o dal legale tutore in caso di minore, esclusivamente attraverso la compilazione dell’apposito form on line.

Per avere diritto al ristoro è obbligatorio autocertificare il periodo di non utilizzo e la motivazione per la quale non si è potuto utilizzare l’abbonamento per recarsi c/o scuola/istituto/università o lavoro in osservanza delle misure di contenimento previste dai decreti di attuazione dei provvedimenti governativi di cui al DPCM del 3/11/2020 e del 3/12/2020 recanti misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Per gli abbonamenti richiesti dai Mobility Manager o in compartecipazione con gli enti, la domanda di ristoro sarà in capo al lavoratore.

Nel caso di acquisto di più abbonamenti (esempio integrazione urbana) il form andrà compilato per ciascun titolo da ristorare.

Nessun rimborso è previsto per i biglietti di corsa semplice e i carnet (multi corsa) validi sui bus urbani ed extraurbani in quanto, per questi titoli di viaggio, non è prevista una scadenza di utilizzo.

Non saranno ritenute valide e pertanto non saranno processate domande pervenute attraverso canali diversi (Pec, mail, telefono).

SCADENZA DOMANDE: 28 FEBBRAIO 2021 ORE 23:59

 

Cosa è necessario compilare/allegare per richiedere il ristoro?

  • Dati anagrafici e codice fiscale del titolare (se minore anche del legale tutore)
  • Dati dell’abbonamento e della tessera per il quale si chiede il ristoro
  • Copia digitale del titolo di viaggio se previsti e della tessera personale
  • Copia del documento di prolungamento (per i beneficiari di cui al punto 2)
  • Indicazione della scuola – istituto – università oppure dell’azienda – società
  • Motivazione del mancato utilizzo del titolo di viaggio (DAD, chiusura attività lavorativa….) con riferimento ai DPCM di Novembre e Dicembre
  • Copia digitale di un documento di riconoscimento (se minore, del genitore)

 

Conferma della richiesta e modalità di fruizione del ristoro

L’Azienda entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta invierà tramite mail del beneficiario, il documento di prolungamento o il voucher con il valore riscattabile per l’acquisto di titoli di viaggio.

Riferimenti Normativi

D.L. N° 149 del 9/11/2020 – ART 27 “Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale” proroga al 31/1 il periodo previsto dall’Art 200 della Legge N° 77 del 17/7/2020 (di conversione del Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34) a cui fa riferimento anche l’ART. 215 “Misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e TPL.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 novembre 2020 – Art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2020 – Art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale

 

   INOLTRA RICHIESTA

 

F.A.Q. - Domande frequenti

Le norme nazionali e regionali prevedono la possibilità di ristoro solamente per pendolari che sono stati individuati nelle categorie di studenti e lavoratori di cui ai DPCM 3/11/2020 e 3/12/2020.

L’importo del voucher si determina moltiplicando il costo giornaliero (costo dell’abbonamento /numero dei giorni di validità) per il numero dei giorni di non utilizzo.

Sì, solo se il prolungamento era valido per il mese di Novembre e/o Dicembre;

Il ristoro può essere richiesto come prolungamento o voucher

In caso di ristoro per periodi inferiori al mese, NON SI RICONOSCE IL PROLUNGAMENTO ma solo il voucher il cui importo sarà calcolato sulla base dei giorni non utilizzati/totale giorni validità del titolo di viaggio.

Il voucher che riceverà via mail dovrà essere presentato alla Biglietteria aziendale e l’importo verrà scalato, in un’unica soluzione, dal valore di acquisto di un nuovo abbonamento intestato al titolare del voucher.

Potrà utilizzare il voucher, sempre in un’unica soluzione, per l’acquisto di biglietti o carnet multi-corsa.

Il voucher verrà inoltrato via mail entro 30 giorni dalla richiesta.

Sì, può utilizzare la tessera in suo possesso fino al termine della proroga dell’abbonamento.

Sì e potrà chiedere il ristoro a partire dalla data di inizio validità richiesta sul form e comunque non oltre il 1/11/2021.

Quando sarà in possesso del documento di prolungamento che riceverà via mail, potrà viaggiare portando con sé i seguenti documenti da mostrare in caso di verifica:

  1. il titolo oggetto del prolungamento
  2. la Tessera di Riconoscimento personale
  3. il documento del prolungamento.

 

Sì, nel caso di abbonamenti Pegaso la richiesta andrà inoltrata all’azienda che ha emesso il titolo. Il form sopraindicato è pertanto utilizzabile per tutti gli abbonamenti Pegaso emessi con partita iva Siena Mobilità.

NO, una volta processata la richiesta viene automaticamente emesso il voucher o la proroga, se spettante, e non è più possibile richiederne la modifica. È quindi necessario verificare l’esattezza di quanto dichiarato, prima dell’invio della richiesta.

NO, la proroga è possibile solo per mesi interi. Può utilizzare il ristoro nella forma di un voucher

CHIUDI
CHIUDI